Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Ateneo Sostenibile

Rifiuti

I rifiuti e la loro gestione è un tema centrale per chiunque si occupi di sostenibilità. Cittadini e consumatori continuano a produrne ingenti quantità quando semplici accorgimenti quotidiani o pratiche di consumo responsabili potrebbero ridurne notevolmente la produzione. Anche i produttori possono adottare innovazioni finalizzate a ridurne la quantità, basti pensare agli imballaggi.
L' ateneo contribuisce alla gestione e la riduzione dei rifiuti con varie iniziative rivolte sia ai cittadini che alla propria comunità.

Per cittadini e comunità universitaria

Gestione dei rifiuti provenienti da utenze domestiche

L'ateneo offre ai cittadini, al personale e agli studenti la possibilità di smaltire i rifiuti provenienti da utenze domestiche per particolari tipologie di materiali non conferibili nel normale circuito di raccolta e ne cura la gestione e lo smaltimento.
Presso alcune sedi universitarie sono attivi, in collaborazione con Alia, punti raccolta Ecotappe dedicate ai rifiuti di piccole dimensioni e in quantità limitata provenienti dalle utenze domestiche. E' possibile consegnare alcune tipologie di materiali, non conferibili nel normale circuito di raccolta.

Ecotappe

Il Green Office, in sinergia con altre strutture tecniche di Ateneo, coordina le azioni volte all’allestimento di zone di microraccolta differenziata “Ecotappe”.

La differenziazione e la separazione delle componenti merceologiche sin dalla fase della raccolta rappresenta una chiave per ottimizzare e massimizzare il recupero. È una fase fondamentale per la corretta gestione dei rifiuti perché permette minore impatto ambientale del ciclo di gestione: il rifiuto può essere avviato direttamente alle operazioni più idonee di selezione, trattamento e smaltimento, con riduzione della quantità e della pericolosità dei rifiuti.

In collaborazione col Gestore della raccolta rifiuti (Alia) sono state create 7 zone ( mappa) di microraccolta e organizzate attività formative che coinvolgono gli studenti sui temi dello smaltimento dei rifiuti.

Cosa

Presso le Ecotappe è possibile portare indicativamente i rifiuti:

  • bombolette spray
  • farmaci scaduti
  • piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di dimensioni esterne minore di 25 cm
  • pile esauste
  • toner e cartucce di inchiostro per stampanti

Dove

I sette punti raccolta sono stati allestiti a

Firenze

  • Ecotappa A | Scuola di Studi Umanistici e della Formazione
    via Laura, 48
  • Ecotappa B | Scuole di Ingegneria - Scienze della Salute Umana - Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
    viale Morgagni, 40
  • Ecotappa C | Scuola di Ingegneria
    via Santa Marta, 3
  • Ecotappa D | Scuola di Studi Umanistici e della Formazione
    via Santa Reparata, 93
  • Ecotappa E | Scuola di Psicologia
    via della Torretta, 16

Calenzano

  • Ecotappa F | Scuola di Architettura - Design Campus
    via Sandro Pertini, 93

Sesto fiorentino

  • Ecotappa G | Polo Scientifico - Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff”
    via Bernardini, 6
    Prima ecotappa nel luglio del 2017 nell’ambito di un progetto sperimentale
    Raccoglie solo
    • bombolette spray
    • piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di dimensioni esterne minore di 25 cm

Sul sito di Alia tutte le Ecotappe.

Informazioni e dati

Mappa

Per la comunità universitaria

Arredi

L’Ateneo ha messo in pratica azioni, in primo luogo per ridurre a livello preventivo la quantità dei rifiuti e oggetti ingombranti da trattare, mediante avvio a un nuovo utilizzo degli oggetti in esubero, soprattutto per ciò che riguarda gli arredi; infatti, in occasione delle richieste di smaltimento, i funzionari svolgono continue indagini volte al ricollocamento degli arredi ancora idonei. Operazione che è limitatamente produttiva: gli arredi sono per lo più formati da materiali derivati da legno, laminati plastici e metallici, di limitata durata, per i quali all’origine è stato necessario un circoscritto impegno economico. Sono materiali e beni non durevoli e da degrado rapido. Se non è stato possibile ricollocare gli oggetti ingombranti a nuovo utilizzo, perché troppo vetusti o per la mancanza di esigenze in relazione all’utilizzo, è stato imposto all’operatore economico che gestisce il servizio il ritiro dei rifiuti.

Informazioni e dati

Richiesta di smaltimento dei rifiuti

Lo smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi può essere richiesto dal personale dell'ateneo tramite il Servizio di richiesta per lo smaltimento dei rifiuti con le credenziali uniche per i servizi online.

Effettuata la procedura di login, le richieste di smaltimento devono essere compilate nell'apposito form alla voce Inserisci Richiesta. Sono visibili le Richieste di smaltimento precedentemente inoltrate, gli avvisi di scadenza, e l'elenco dei rifiuti che dovrebbero essere stati ritirati e/o smaltiti dalle ditte incaricate. Il richiedente è tenuto a segnalare l'avvenuto ritiro dei rifiuti così come segnalare il loro effettivo smaltimento.

Plastica

Altra iniziativa per ridurre i rifiuti è la sostituzione in una mensa di posate di plastica con altre lavabili.

Carta

L'Università di Firenze promuove la riduzione dell'utilizzo di carta sul posto di lavoro; in questo modo, contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 e favorisce il risparmio energetico, nell'ottica di incrementare la sostenibilità dell'ateneo.

Alcune delle soluzioni proposte e implementate da molti uffici sono:

  • Utilizzare documenti/moduli online invece delle versioni cartacee (implementato quasi ovunque)
  • Usare carta già parzialmente usata nel back office, utilizzando il secondo lato dei fogli già stampati o carta di recupero (es. carta intestata con intestazione non più valida)
  • Utilizzo di stampanti/copiatrici dipartimentali invece di quelle personali (più efficienti; dato che sono normalmente dislocate in un luogo diverso, sfavoriscono la stampa non strettamente necessaria).

Normativa e documenti di riferimento

Rifiuti Speciali

Rifiuti

 

 
ultimo aggiornamento: 14-Ott-2020
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina