Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Ateneo Sostenibile

Mobilità

 

La mobilità è un tema centrale nell’ambito della sostenibilità. Per ‘mobilità sostenibile’ si intende un ambito complesso che vede confluire l’interesse scientifico di coloro che si occupano della pianificazione urbana, della progettazione di veicoli elettrici, della sociologia, e non solo.

La mobilità incide profondamente sulla qualità della vita delle persone permettendo loro, quando è ben gestita, di accedere a servizi come il trasporto pubblico o di spostarsi in autonomia. Un elemento estremamente importante riguarda l’ambiente esterno (la qualità dell’aria, le condizioni del manto stradale o dei marciapiedi, la presenza di piste ciclabili), le cui caratteristiche condizionano necessariamente lo stile di vita e il comportamento delle persone.

Le automobili, infatti, rappresentano degli ambienti protetti in cui ogni individuo è libero di esprimere la propria identità. Nel momento in cui un cittadino decide di utilizzare la bicicletta o di camminare, su questa scelta incideranno profondamente anche la qualità dell’aria e degli spazi che andrà ad attraversare.

Se nel continente americano le infrastrutture hanno portato ad un continuo aumento del numero delle macchine e conseguentemente alla sperimentazione delle automobili senza guidatore, nel contesto europeo è molte difficile pensare che queste nuove tecnologie riusciranno a svilupparsi.

Secondo Francesco Alberti, infatti, in Europa si sta andando verso una progressiva diminuzione del numero delle macchine. Il primo sintomo è sicuramente il successo dei servizi di car sharing e l’espansione delle aree ciclabili (Parigi vanta uno dei servizi di car sharing più evoluti dal punto di vista gestionale mentre Malmoe ha il più alto tasso di ciclabilità d’Europa).

 

L’Italia, anche se è notevolmente indietro, deve accettare la sfida di rilanciare un modello di sviluppo multimodale, in cui l’automobile deve essere considerato non come l’unico mezzo possibile ma al pari degli altri, come i trasporti pubblici, la bicicletta ecc. Si tratta prima di tutto di lavorare su una cultura nuova di mobilità che cambi le abitudini dei cittadini: per farlo, le città devono predisporsi ad adottare cambiamenti significativi nella gestione degli spazi urbani che aiutino a favorire l’acquisizione di comportamenti sostenibili da parte dei cittadini.

In questa prospettiva la Scuola di Architettura da anni promuove un master di secondo livello dal titolo Designing the Smart Green City. Il Master affronta i temi della dimensione urbana contemporanea sia negli aspetti dei servizi, del welfare, del sistema degli spazi, degli interventi pubblici, sia in relazione alle armature tecnologiche, infrastrutturali, relazionali (materiali e immateriali), della sostenibilità e della creatività.

Francesco Alberti parla di mobilità sostenibile

 
ultimo aggiornamento: 06-Mar-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina