Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Ateneo Sostenibile

Rifiuti

Il problema dei rifiuti e della loro gestione è diventato negli ultimi anni un tema centrale per chiunque si occupi di sostenibilità. Noi cittadini e consumatori continuiamo a produrne ingenti quantità quando semplici accorgimenti quotidiani o pratiche di consumo responsabili potrebbero ridurne notevolmente la produzione. E anche i produttori possono adottare innovazioni finalizzate a ridurne la quantità, basti pensare agli imballaggi.

L'Università, per tenere fede al suo ruolo sociale e politico, oltre che scientifico, può attivare percorsi di sensibilizzazione e formazione ad una cultura della sostenibilità e impegnarsi a garantire una gestione chiara dei rifiuti e incentivare la raccolta differenziata. Alla luce di ciò, emerge la necessità di introdurre nuove R oltre alle classiche RiduzioneRiusoRiciclo. Ad esempio la R di Responsabilità, intesa come un principio fondamentale per rinnovare il rapporto tra individuo e ambiente e quella di Reazione, intesa come opposizione all'inquinamento e costruzione di un sitema più compatibile con gli ecosistemi presenti sul nostro pianeta. C'è poi la R di Ricompensa: in molti contesti è stata dimostrata l'efficacia di competizioni, gare e ricompense per la riduzione dei rifiuti e l'aumento della differenziata.

 

Benedetta Treves parla di gestione sostenibile dei rifiuti

Il Museo di storia naturale dell'Università di Firenze è una realtà che da molti anni è impegnata nella gestione degli sprechi e nella salvaguardia dell'ambiente. In particolare si occupa di ridurre i primi e di creare cicli virtuosi nelle strutture universitarie. 

Nello specifico, sono state organizzate numerose conferenze e workshop per sensibilizzare e formare il personale, talvolta con la presenza di tecnici o figure particolarmente influenti nel campo della sostenibilità, tra cui Paul Connett e Vandana Shiva.

Inoltre, sono stati realizzati diversi progetti, come ad esempio:

Rifiuti zero - Zero Waste

Paul Connett spiega il progetto Rifiuti zero

 

Con l'obiettivo di implementare una virtuosa raccolta e uno smaltimento sostenibile dei rifiuti, ogni sezione del Museo ha installato appositi contenitori per la raccolta differenziata di carta e multimateriale ed è stato realizzato un poster sulla lunga vita dei rifiuti. Sono poi state create apposite schede sul ciclo di vita dei rifiuti, ideate per essere condivise con le scuole del territorio. Infine, nell'Orto botanico è stato realizzato un impianto di compostaggio dove conferire il materiale derivante dagli sfalci e parte di quello provenienete dalle potature e un contenitore per i tappi di sughero che possono essere avviati al riciclaggio.

 

 
ultimo aggiornamento: 13-Feb-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina