Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Ateneo Sostenibile

Energia

 

Uno degli obiettivi di Ateneo Sostenibile concerne la riduzione dei consumi e degli sprechi energetici. Per poterlo raggiungere è necessario migliorare l’efficienza impiantistica ed architettonica degli edifici, un progressivo aumento nell’utilizzo delle fonti rinnovabili, una mappatura e un monitoraggio costante degli edifici e dei relativi consumi energetici, campagne di informazione e sensibilizzazione per un uso più razionale delle apparecchiature elettriche ed elettroniche e degli impianti.

Una delle principali aree d’intervento all’interno di Ateneo Sostenibile, infatti, riguarda la gestione da un lato, e la sperimentazione dall’altro, di soluzioni innovativeattente a valorizzare e rafforzare l’utilizzo e l’impatto - a livello sociale, politico e ambientale - dei diversi Sistemi Energetici con cui ogni giorno, direttamente e indirettamente, abbiamo a che fare. Tra questi, particolare attenzione viene posta sulle energie rinnovabili.

L’Università di Firenze ha, infatti, attivato una serie di strategie pensate appositamente per intervenire direttamente sul macro-contesto, quindi sulla necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica, incentivare investimenti in termini di ricerca, di innovazioni tecniche e tecnologiche di ultima generazione - e sul micro-contesto, quindi sui comportamenti e le abitudini dei singoli cittadini.

In questo senso l’Università di Firenze assume un ruolo fondamentale proprio nella pianificazione e nella programmazione strategica di attività di ricerca e di sperimentazioni, siano esse nazionali e internazionali, volte a creare tavoli di lavoro in cui diversi soggetti e portatori d’interesse – appartenenti al mondo accademico e imprenditoriale – interagiscono e cooperano per proporre e promuovere un diverso modo di studiare, sviluppare e utilizzare le energie rinnovabili dal contesto domestico a quello aziendale. Ateneo Sostenibile, infatti, pone grande attenzione e un impegno costante nell’attivare sinergie con il tessuto sociale e imprenditoriale.

Alessandro Malvezzi parla della gestione delle forniture energetiche dell'Ateneo

 

Per dare gambe a queste intenzioni, l'Università ha sottoscritto nel 2016 un contratto di Servizio Energia Plus, un contratto di rendimento energetico che rappresenta uno strumento finanziario per i risparmi energetici. Questo ha permesso di realizzare una riduzione del 10% dei consumi energetici per la climatizzazione primaria ed un significativo risparmio economico, che per il 2016 è consistito in circa 200.000 euro.

Marco Sala parla della sostenibilità energetica degli edifici dell'Università di Firenze


Inoltre, è stata avviata la redazioni delle diagnosi energetiche per tutti gli edifici compresi nel contratto. La diagnosi energetica è uno strumento finalizzato a mettere in evidenza il livello di efficienza della gestione, partendo dall'analisi dei flussi energetici significativi per individuare le fasi del processo e le macchine più energivore, i possibili recuperi e le opportunità di applicare tecnologie energy-saving più attuali e/o emergenti. Con le diagnosi energetiche, l'Ateneo avrà la possibilità di avere un quadro d'insieme degli interventi di riqualificazione energetica realizzabili sugli immobili in aggiunta a quelli già previsti.

La riqualificazione energetica permette risparmi energetici nell'ordine del 30-40%, che significa: minori consumi economici e minor inquinamento.

L'Università di Firenze è attiva da 30 anni nel tema della sostenibilità energetica degli edifici, grazie al Centro Interuniversitario Abita (Architettura Bioecologica e Innovazione Tecnologica per l'Ambiente).

Gianfranco Cellai parla della possibilità di analizzare e prevedere il comportamento energetico degli edifici.

 
ultimo aggiornamento: 28-Mar-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina